Forfora

La forfora è una condizione cronica innocua che si verifica quando il cuoio capelluto diventa secco o grasso e produce scaglie bianche di pelle morta che appaiono nei capelli o sulle spalle.

La forfora è in generale causata da una crescita eccessiva del fungo Malassezia sul cuoio capelluto e può anche essere causata dalla pelle secca o eccessivamente grassa, implica in entrambi i casi la perdita di quantità eccessive di scaglie di pelle.

La forfora di solito inizia tra i 10 e i 20 anni e colpisce fino al 40% delle persone di età superiore ai 30 anni, le cause sono disparate e, in teoria, fermare il fungo può aiutare a risolvere il problema.

 

Causa forfora

I fattori e le cause che possono generare la forfora includono:

  • Pelle irritata e grassa: questo può essere causato da patologie del cuoio capelluto come la dermatite seborroica, responsabile dell’inaridimento della cute e della sua desquamazione con produzione di scaglie bianche o gialle.
  • Pelle secca: se si soffre di pelle secca o si ha una condizione medica come l’eczema, è probabile che anche il cuoio capelluto diventi secco e probabilmente anche molto pruriginoso.La pelle secca può essere esacerbata nei climi più freddi e durante l’inverno a causa delle condizioni meteorologiche.
  • Scarsa igiene o lavaggi poco frequenti. Se non si lavano i capelli regolarmente, le impurità possono accumularsi sul cuoio capelluto predisponendo alla forfora.Tuttavia, anche lavaggi troppo frequenti tendono a seccare il cuoio capelluto e causare forfora, si consiglia pertanto di utilizzare lo shampoo a giorni alterni per mantenere un sano equilibrio.
  • Inquinamento atmosferico. Le sostanze chimiche che circolano nell’aria possono influenzare la pelle, causare irritazioni o reazioni allergiche sul cuoio capelluto e causare la forfora.
  • Stress. Le condizioni di stress possono peggiorare qualsiasi condizione della pelle e compromettere il sistema immunitario. La forfora da stress può causare soprattutto prurito.

 

Forfora capelli: i sintomi

I sintomi della forfora comprendono:

  • Fiocchi bianchi
  • Prurito del cuoio capelluto
  • Secchezza cuoio capelluto

 

Come combattere la forfora

Poiché la forfora è spesso una condizione cronica, può essere gestita con cura adeguata.

Tra i rimedi per la forfora puoi provare:

  • Shampoo non medicato. Contro la forfora puoi provare ad usare uno shampoo non medicato e massaggiare il cuoio capelluto con decisione assicurandoti di risciacquare tutti i residui di prodotto dal cuoio capelluto. Lo shampoo su base regolare, da tre a quattro volte alla settimana, può aiutare a rimuovere i fiocchi, l’untuosità e prevenire l’accumulo di qualsiasi pelle morta.
  • Shampoo antiforfora. Gli shampoo antiforfora devono essere utilizzati per almeno un mese in modo che i risultati siano visibili, a meno che non si verifichi una reazione avversa, poiché il cuoio capelluto richiede tempo per reintegrare le cellule normali.
  • Farmaci. Un medico può esaminare il cuoio capelluto e prescrivere pomate, creme, lozioni o shampoo da utilizzare sul cuoio capelluto. Se c’è una condizione o patologia del cuoio capelluto possono anche essere prescritti alcuni farmaci per risolvere la condizione.

 

Come curare la forfora: rimedi naturali

Tra i rimedi per la forfora esistono diverse soluzioni naturali molto efficaci, tra queste:

  • Miele grezzo. Emolliente, cicatrizzante, antimicrobico e lenitivo sul cuoio capelluto, il miele grezzo condiziona i capelli e aiuta anche a prevenire le infezioni da agenti patogeni mantenendo sotto controllo i microbi che causano la forfora.
  • Probiotici. Uno studio in Ungheria ha rilevato che i probiotici riducevano i sintomi generali della forfora del 57%. I ceppi utilizzati hanno contribuito a regolare la funzione immunitaria della pelle e ridotto il prurito e l’untuosità del cuoio capelluto.
  • Oli essenziali. Tra questi soprattutto l’olio dell’albero del tè è stato a lungo utilizzato per il cuoio capelluto e le condizioni patologiche della pelle grazie alle sue potenti proprietà detergenti e anti-fungine. Anche l’olio essenziale di citronella, rosmarino, limone, eucalipto e quello di incenso risultano essere perfetti contro la forfora per le proprietà antimicotiche, lenitive e calmanti. Poiché gli oli essenziali sono altamente concentrati, diluire sempre prima dell’uso.

 

Di seguito alcuni consigli su come applicare i rimedi naturali:

olio essenziale di eucalipto

Olio essenziale di Eucalipto: usi e benefici

L’olio essenziale di eucalipto è ottenuto da foglie di specie selezionate di eucalipto. Gli alberi appartengono alla famiglia delle piante Myrtaceae, originarie dell’Australia, della Tasmania e delle isole vicine. Esistono più di 500 specie di eucalipti, ma gli oli essenziali di Eucalyptus salicifolia e Eucalyptus globulus (che è anche chiamato albero di febbre o albero della …

Olio essenziale di Eucalipto: usi e benefici Leggi tutto »

olio essenziale di citronella

Olio essenziale di Citronella: usi e benefici

La citronella è una pianta erbacea tropicale utilizzata in cucina e in erboristeria. Estratto dalle foglie e dai gambi della pianta di citronella, l’olio essenziale di citronella ha un potente profumo di agrumi, per questo motivo si trova spesso in saponi e altri prodotti per la cura personale. La citronella è un ingrediente popolare in …

Olio essenziale di Citronella: usi e benefici Leggi tutto »

olio essenziale di tea tree

Olio Essenziale di Tea Tree: usi, benefici e controindicazioni

L’olio essenziale di Tea Tree è un’olio volatile derivato principalmente dalla pianta nativa australiana, la Melaleuca alternifolia. È stato ampiamente utilizzato in tutta l’Australia per almeno 100 anni. Per oltre sette decenni e i suoi usi sono ampiamente documentati in numerosi studi medici per la sua capacità di uccidere molti ceppi di batteri, virus e …

Olio Essenziale di Tea Tree: usi, benefici e controindicazioni Leggi tutto »

olio essenziale di rosmarino

Olio Essenziale di Rosmarino: usi e benefici

L’olio essenziale di Rosmarino conosciuto per la sua fragranza caratteristica che è caratterizzata da un profumo energizzante, sempreverde, agrumato, erbaceo, deriva dall’erba aromatica Rosmarinus Officinalis, una pianta appartenente alla stessa famiglia di basilico, lavanda, mirto e saggio. Anche il suo aspetto è simile alla lavanda con aghi di pino piatto che hanno una leggera traccia …

Olio Essenziale di Rosmarino: usi e benefici Leggi tutto »

oli essenziali benefici sulla persona

Oli essenziali: i benefici per la persona

Gli oli essenziali devono la loro popolarità agli innumerevoli benefici per la salute che hanno portato a classificarli come veri e propri antiinfiammatori naturali: distillati da foglie, radici, fiori e altre parti delle piante, essi devono la loro potenza all’elevata concentrazione di sostanze fitochimiche. Erbe e piante sono state usate per migliaia di anni a …

Oli essenziali: i benefici per la persona Leggi tutto »

Privacy Preference Center

    Necessari

    I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

    Marketing

    I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

    Statistiche

    I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

    Altri

    I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

    Preferenze

    I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi